La Rivista
2019
N° 3 - 4 Luglio - Dicembre 2019
Il Sud ha i suoi eroi.
18/Marzo/2019
Attualità economiche sociali

di Lorenzo Guidantoni

"Sventurata la terra che ha bisogno di eroi" sentenziava B. Brecht per bocca di Galileo , subito dopo l' umiliante abiura dello scienziato di fronte al tribunale dell' inquisizione. L'Italia, da sempre popolo di santi, poeti e navigatori, è anche la terra di molti eroi, celebrati e contestati allo stesso tempo, per essersi elevati dentro una storia nazionale difficile, spesso lacerata da lotte interne e differenze sociali.

Così, nel mondo economico, gli eroi del fatturato prendono il nome di Champions.

Lo Svimez, in un recente studio, ha registrato che il Sud, regione del Paese che sta pagando ancora lo scotto della grande crisi del 2007 -  con tassi occupazionali  inferiori rispetto all'ultimo decennio, e un reddito pro capite pari alla metà di quello del Nord - può contare solo su 3 Champions nella Top 100 delle società con fatturato fra i 120 e 500 milioni di euro.

Tra i 500 piccoli Champions, entità con fatturato inferiore ai 120 milioni, la situazione non migliora molto, registrando solo 37 "eroi", per lo più concentrati in Campania (18 realtà) e Puglia (9).

All'interno dell'indagine dello Svimez quello che salta all'occhio è che gli indici di redditività delle aziende del Sud (Editba e ritorno di capitale investito) sono paragonabili a quelli delle aziende più ricche del resto del Paese. Dove risiedono quindi le maggiori criticità delle aziende del Mezzogiorno?

La risposta è nelle pieghe di un dimensionamento produttivo di quantità e qualità sempre maggiore, che le porta ad avere la stringente necessità di innalzare le dimensioni dell'impresa, aumentare il tasso tecnologico nei processi produttivi, anche attraverso investimenti in istruzione e ricerca. Al tempo stesso, debbono poter fare affidamento su infrastrutture moderne per il trasferimento delle merci, la connettività e le comunicazioni digitali. 

Per quantità di export ed investimenti, le aziende del Sud Italia hanno fatto la loro parte, aumentando l'impegno per restare in un mercato globalizzato e sempre più selettivo, ma, a quanto sembra, quello che manca è la collaborazione con il settore  pubblico, troppo lento nel capirne le necessità e sostenerlo nelle dinamiche fulminee del mercato odierno.

In questo senso, i piani del Governo non sembrano essere molto rassicuranti nei confronti del Meridione, con il blocco alle opere infrastrutturali che le avvicinerebbe ulteriormente all'Europa e l'ombra delle autonomie che rischia di mortificare le entrate dello Stato per indirizzare i flussi di investimento verso le zone più in difficoltà del Paese. 

"L'eroe, nell'era moderna, è colui che compie uno straordinario e generoso atto di coraggio, che comporti o possa comportare il consapevole sacrificio di se stesso, allo scopo di proteggere il bene altrui o comune." Vogliamo cercare di non aumentarne la schiera, attivando politiche a sostegno delle nostre eccellenze? I "Champions" potenziali del Sud ringraziano.L