La Rivista
2019
N° 1 - 2 Gennaio - Giugno 2019
Editoriale
di Ercole P. Pellicanò
Cari Lettori, nel dare il bentornato dalle vacanze estive, premettiamo che, per motivi di carattere organizzativo ed editoriale, questo numero 1 di “Tempo Finanziario” coprirà, eccezionalmente, i primi sei mesi dell’anno.La necessità di concentrare la prima parte del 2019 ha dato l’opportunità di raccogliere numerosi articoli ed interventi, promossi direttamente o indirettamente dalla Testata, che hanno toccato argomenti di grande attualità, economica e politica.
'Vigilare le banche in Europa'
14/Giugno/2019
Cultura

Lo scorso 9 giugno, nella prestigiosa sede Luiss di Viale Pola, Stefano Lucchini e Andrea Zoppini hanno presentato il loro libro "Vigilare le banche in Europa", di Passigli Editore. Tante voci eccellenti si sono susseguite, nella Tavola Rotonda, per dare eco a quanto affermato dagli autori nel volume presentato. Giuliano Amato, Alessandro Profumo, Antonio Patuelli, Presidente Abi, e il Rettore Luiss, Andrea Prencipe, hanno dato la loro testimonianza, in tal senso. Il volume esamina il meccanismo della vigilanza bancaria nell'ordinamento comunitario e nazionale. La ricerca, curata  dagli autori, è stata realizzata dal Centro di Consulenza dell'Università di Roma Tre. Il quadro regolamentare vigente assegna alla BCE – attraverso SSM (Single Supervisory Mechanism) – un ruolo fondamentale e una cospicua discrezionalità in materia di vigilanza prudenziale, con penetranti poteri ispettivi e sanzionatori nei confronti degli enti creditizi. Al contempo, permangono alcuni poteri e prerogative spettanti alle autorità nazionali competenti in materia di vigilanza. Proprio tale raccordo di funzioni induce a considerare il rapporto tra BCE e banche centrali nazionali nell'ambito della regolazione del mercato bancario europeo.