La Rivista
2019
N° 3 - 4 Luglio - Dicembre 2019
I 25 Cavalieri del Lavoro nominati al Quirinale e il nuovo Presidente: Maurizio Sella.
23/Ottobre/2019
Attualità economiche sociali

Dare un'idea di credibilità per attrarre gli investimenti dall'estero, fiducia agli imprenditori sulla base di una pax politica, stilare un piano per le infrastrutture, materiali e immateriali, capace di far ripartire un'economia in sofferenza da dieci  anni.

Nel suo ultimo discorso da Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Antonio D'Amato, in occasione della consegna delle onorificenze ai Cavalieri del Lavoro, presso il Quirinale, ed alla presenza del Presidente, Sergio Mattarella e del Ministro, Stefano Patuanelli, indica la strada per una crescita economica non più rinviabile.

Ad Antonio D'Amato succede Maurizio Sella, presidente del Gruppo Sella e già Presidente dell'ABI che, dopo aver nominato il suo predecessore Presidente Onorario a vita, ha confermato la volontà dei Cavalieri del Lavoro di "contribuire ad un progetto di lungo periodo per il futuro, di cui il Paese ha fortemente bisogno."

I 25 insigniti di ieri sono: Guido Barilla, Alessandro Bastagli, Valerio Battista, Matilde Bernabei, Ugo Brachetti Peretti, Roberto Briccola, Giovanni Francesco Capua, Rosanna Fabri, Riccardo Felicetti, Carlo Giulietti, Salvatore Grimaldi, Maria Luigia Lacatena, Giuseppe Lavazza, Giampiero Maioli, Gianriccardo Roberto Marini, Michelangelo Morlicchio, Costanza Musso, Nicola Piovan, Francesco Pugliese, Luciano Rabboni, Aurelio Regina, Luigi Riolo, Pier Luigi Streparava, Martino Verga.